mercoledì 30 gennaio 2008

ELEGANTE RITIRO

La vera essenza di democrazia negli Stati Uniti puo' essere sintetizzata dalla scelta di Edwards e Giuliani circa il loro ritiro dalla competizione elettorale.
I due candidati, uno per i democratici e l'altro per i repubblicani, capendo di essere fuori dai giochi, hanno deciso per la scelta piu' saggia.
Eventualmente da ora in poi, appoggeranno gli altri competitori nella corsa alla Casa Bianca, un appoggio che verra' dato a chi fino ad oggi era considerato un avversario.
Cio' rispecchia in pieno il vero spirito che anima gli States, concorrere tutti insieme per qualcosa di utile per il paese.
Purtroppo in Italia lo scenario e' ben diverso.
Tutti gli attori politici cercano di rimanere attaccati alle poltrone in uno spirito ahime', individualista. Anzi, succede di peggio.
Per arrivismo personalistico si tradisce anche l'alleato pur di trarne un maggiore vantaggio personale e partitico, all'interno di logiche ed alchimie suicide e masochistiche.
La caduta del Governo Prodi ne e' la prova inconfutabile.
Le sorti del Paese sono sempre piu' legate alla volonta' dei cittadini i quali, a loro volta, non devono farsi prendere da un pessimistico sconforto, rinunciando ad avere un atteggiamento propositivo e partecipativo alla politica.
Essi al contrario devono capire quali sono i reali mali che attanagliano la vita democratica di questo paese e, democraticamente, quindi con il voto, devono punire inesorabilmente coloro che per anni hanno avuto comportamenti non certo costruttivi per la vita istituzionale della Nazione.
Il dramma principale e' che al momento in Italia, non sappiamo nemmeno se ci sara' dato un altro sistema elettorale che ci permettera' se non altro di avere maggiore influenza in ordine alle nostre scelte politiche.
L'alba di un nuovo giorno al momento, pare essere lontana.

1 commento:

navigatore messaggero ha detto...

I candidati seguono alla lettera quello che è il discorso alla nazione fatto dal presidente all'inizio dell'anno e sopratutto i repubblicani, seguono molto quello fatto nel 2006.