sabato 29 novembre 2008

ARBUSTUM: LA CASAL DI PRINCIPE MENO CONOSCIUTA

Il 30 novembre 2003, realizzavo un sogno.
Su terreni di famiglia e con capitali personali trasformavo la mia casa di campagna in azienda aperta al pubblico. Nasceva Arbustum, azienda agrituristica, che compie cinque anni di attivita'.
Casal di Principe ha il suo agriturismo, diventato in breve tempo, vero fiore all'occhiello dell'intero comprensorio aversano.
Per anni la mia villa era stata ritrovo di allegre scampagnate dei miei amici napoletani.
Napoli, citta' dove sono nato e dove vivo tutt'ora, improvvisamente mi appariva stretta, caotica, con i suoi ritmi incessanti tipici delle metropoli.
Dottore in Scienze Politiche, amante dei viaggi, mi avvicino alla campagna aversana, rimanendone affascinato. La mia casa in campagna per anni stata luogo di evasione, svago, riflessione, diventa la mia attivita' economica.
Arbustum rappresenta l'amore per questa terra dalle antichi origini, cuore della Campania Felix, trovandosi morfologicamente in un letto naturalmente fertile, tra due zone vulcaniche, il Vesuvio ad Est ed i Campi Flegrei ad Ovest, bocche di fuoco che per millenni hanno donato a questa terra, humus prezioso.
Arbustum e' la testimonianza attiva di chi crede ancora in questo territorio ed opera con impegno silenzioso e costante per far si che esso non perda la speranza per un futuro di cambiamento.
Nel corso di questi anni, migliaia di clienti hanno scelto Arbustum come luogo ameno per trascorrere in spensieratezza il loro tempo libero.
Famiglie del comprensorio aversano, da Caserta, dalla non lontana Napoli, hanno premiato la mia azienda con la loro presenza.
Anche gli americani della vicina Base di Gricignano, hanno visto in Arbustum la loro "country house", diventando assidui frequentatori, gustando la genuinita' dei piatti preparati in azienda in un ambiente rustico e familiare.
In quest'ultimo periodo, l'azienda ha dovuto fronteggiare non solo le conseguenze della crisi economica ma la recrudescenza dei fenomeni malavitosi, sui quali pero' si e' determinato un accanimento mediatico eccessivamente univoco, dalle venature antropologiche, tale da oscurare di fatto, le tante realta' positive del territorio.
Arbustum, per tali considerazioni, in questo momento storico, rappresenta ancor di piu' la parte sana di Casal di Principe, quella purtroppo meno conosciuta che chiede con forza di mostrarsi per la sua bonta'.

10 commenti:

Blogger ha detto...

Quindi complimenti, che aggiungere?
Auguri per l'attività.
Una volta, magari, da Milano, ti vengo a trovare.
Lo sai, me ne vergogno, non ho mai neppure visto Napoli città.
Complimenti ancora e non dimenticare le scorribande con gli amici; sono sempre molto divertenti.
Blogger

Gap ha detto...

Complimenti per aver aver avuto il coraggio di cambiare la tua vita e rendere il posto delle tue vacanze un luogo da mettere a disposizione degli altri con una attività economica. I complimenti te li fa un comunista che non ha mai creduto che la Campania fosse solo camorra come la Sicilia non è solo mafia.
Ti chiederai perchè ho voluto mettere la parola comunista, ho visto dai tuoi link molti siti dedicati alla destra o al centro-destra, volevo farti sapere che anche i comunisti sanno apprezzare le cose che valgono. Sinceramente complimenti e se capita non disdegnerò una visita. Tanto ai blogger fai un trattamento speciale, vero?

La Mente Persa ha detto...

Complimenti per l'attività, è piacevole leggersi il racconto di chi è riuscito a realizzare un proprio desiderio personale.
gio

argo50 ha detto...

Bravo, certamente hai capito il valore della vita, fuggire dal caos allunga la vita specialmente se accompagnata da un buon bicchiere di vino e salame casereccio. Io vivo a Todi, ma sono dI Moliterno, tera di formaggio, ti potrebbe interessare per la tua attività. Auguroni

Angelo D'Amore ha detto...

ti sembrera' strano ma anche io non conosco milano, pur avendo girato in tutta europa.

Jane Doe ha detto...

Credimi Angelo ti ammiro, pur avendo un laurea in scienze politiche hai saputo far nascere nella tua casa in campagna, e penso a quanti ricordi sarà stata legata questa casa di famiglia,un'attività bella redditizia, in un territorio ricco di storia, civilta, panorami stupendi e, da non sottovalutare, accoglienza e buona cucina. Sai io conosco poco la Campania ho amici a apoli, e pensa per un ottavo sono campana anche io la mia bisnonna era della zona del Cilento, Sapri. Beh...ahimè conosco più l'estero che l'italia...poi dopo sposata siccome mio marito conosce la zona, e per mille altri motivi mi propongo di venire in Campania, ma purtroppo ancora non sono venuta che una o due volte di passaggio.
Adesso un'interesse in più annoterò Arbustum e i luoghi circostanti, acosto di venire da sola! :)

Tonnosalmonato ha detto...

Come promesso sono passato....e ritornerò a leggerti.
Beppe Vicari

Anonimo ha detto...

I saluti li ho postati stamattina in SMS. Il video è pronto e spero ti piaccia e soprattutto piaccia a chi lo vede... Ma fin quando non verranno a gustare i piatti di Arbustum difficilmente sapranno cosa perdono.

mishca

Pupottina ha detto...

buon inizio settimana e mese


^__________________^

Anonimo ha detto...

Complimenti da un napoletano emigrato (ovviamente)!
Sono solo curioso di sapere una cosa: ma nel cuore del territorio del clan dei casalesi, puoi lavorare tranquillamente ed onestamente? Da quello che so in quella zona le attività sono sottoposte a pressioni camorristiche per la cessione di quote di proprità, sono sottoposte al pizzo e ad angherie. Come fai ad evitare tutto ciò?
Auguri per le prossime feste.
Claudio