domenica 3 maggio 2009

SILVIO, QUESTA VOLTA L'HAI FATTA GROSSA

La Sig.ra Veronica Lario, ha preso la sua decisione. La richiesta di divorzio pare imminente.
La consorte del Premier, da sempre relegata ad un ruolo secondario rispetto alle altre first lady, esce allo scoperto e pubblicamente dichiara tutta la sua delusione per un marito ormai distante anni luce da quella che e' gia' la sua seconda famiglia.
Da sempre ci siamo domandati perche' la moglie di Berlusconi vivesse in modo distante dalla frenetica vita del marito, non sapendo se fosse realmente una scelta di lei o un "suggerimento" del consorte, vista la spasmodica ricerca di assoluto e univoco presenzialismo mediatico di quest'ultimo.
Giorni or sono, fece gia' sentire la sua voce, in merito alle possibili scelte di altre candidate di sicuro "valore intellettuale" per gli imminenti appuntamenti elettorali di giugno.
Il Premier smentiva seccamente, affermando che era la solita stampa di sinistra bolscevica ha inventare tali fantasiose congetture, alla stessa stregua di una sua tenera, anzi "tenerissima" frequentazione a Napoli, con una giovanissima teenager, Noemi Letizia, per la quale non ha rinunciato ad un saluto lampo per la sua festa di 18 anni, in occasione di una sua visita in ordine all'andamento attuativo dell'inceneritore di Acerra - sulla cui operativita' c'e molto da discutere.
La cosa che si presta a tante interpretazioni e il fatto che la ragazzina, secondo i beni informati, si rivolga al Premier chiamandolo "papi". Eccesso di affetto o altro?...
La cosa che c'e' da chiederci e se nei prossimi giorni, questa vicenda che anche la Sig.ra Lario, spera rimanga in confini familiari, abbia la stessa risonanza di tutte le altre niziative del Premier. C'e' la curiosita' di vedere se le varie trasmissioni di approfondimento - attendo di scoprire cosa fa il "maggiordomo" Vespa - concentrino la loro attenzione su tale questione, per evitare di mettere a repentaglio l'immagine di un Presidente del Consiglio che a tutti i costi deve apparire forte, vincente, "familiarmente"... rassicurante.
I sondagisti di questo che e' diventato un "regime mediatico" propongono livelli di apprezzamento del Governo e del Premier mai visti prima. Anche per l'opera di pronto ed univoco sciacalaggio opportunista fatto in Abruzzo, con tanto di spostamento del G8, Berlusconi ha raggiunto una "graditudine" vicina al 75% nel Paese, cose che non succedevano dal ventennio fascista.
Questa volta c'e' di mezzo la famiglia, e pur se ci troviamo in un'epoca moderna, in una societa' in evoluzione, svincolata da quelli che possono sembrare parametri convenzionali, stiamo sempre in Italia, un paese dove tutti conosciamo il ruolo della chiesa. Ma forse, nemmeno il Vaticano, mettera' becco nelle questioni pubblico-private del Premier.
Sta di fatto Silvio, che questa volta l'hai fatta grossa e sara' proprio una donna a mettere a repentaglio la tua immagine di uomo vincente.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Si dice che dietro ogni grande Premier c'è una grande First Lady. Forse lo è stata con i suoi silenzi ma in questo momento le sue parole pesano come un macigno sull'immagine candida costruita ad arte intorno al Berlusca. Sembra quasi che ella voglia prendere le distanze dalla megalomania del consorte. Anche questa volta ci sarà un Giudice chiamato ad emettere una sentenza, questa volta però su un fallimento personale. Che beffa. Speriamo solo che non metta la sua mano anche sulla legge sul divorzio....a mali estremi, estremi rimedi. E noi qui a far da spettatori silenti a questo teatro dove burattinai e maschere si mescolano sapientemente tra loro dando vita all'ennesima farsa. Ne sapremo di più al prossimo sondaggio. Intanto, a giugno prenotiamo un sereno week end al mare. Almeno potremmo vantarci di non essere complici di codesto squallore. Saluti, Flavio

Gambero ha detto...

Per mettere a repentaglio il Silvio ci vorrebbe ben altro. Magari le intercettazioni telefoniche tra la papi-girl e il papi-boy...

vitaliano ha detto...

Ma nessuno di voi ha pensato: Ma chi se ne frega?

boh penso che ci sia cose molto più importanti della vita privata (pur costruita ad arte) del premier.

vitaliano
http://yellowcar.wordpress.com

Angelo D'Amore ha detto...

infatti, vitaliano.
leggiti un po' il mio blog.
non parlo sovente di tali caz...
pero' se il premier deve stare in tutte le salse e' giusto ricordare anche i sughi che vanno in acido...

Annalisa ha detto...

Ora si creerà un casino su questa storia e l'unica che andrà a guadagnarci sarà la ragazzina:acquisterà visibilità,diventerà famosa e tutti faranno a gara ad averla negli studi telelvisivi e se sarà una bella ragazza le faranno fare anke un reality...

vitaliano ha detto...

Berlusconi è Berlusconi, fin qui siamo tutti d'accordo, anche della sua (sovra)esposizione mediatica.
Ma non possiamo anche far finta di niente e non sapere che è un personaggio sul quale si costruisce ad arte anche una certa "mitologia" sia dai suoi seguagi che dai suoi detrattori (che da 15 anni non hanno capito che fanno il suo gioco).
Sta storia di Noemi, diciamolo, non sta proprio in piedi...

Poi ripeto, a me sta più a cuore cosa fa (o non fa) il governo, più che il gossip allo stato puro.

Chiudo con un'iperbole: il premier potrebbe anche far uso più e più volte dei servigi del mestiere più antico del mondo, ma se facesse quella serie di riforme (cosa che non sta facendo) di cui il nostro paese avrebbe bisogno non gli mancherebbe il mio completo appoggio.

vitaliano

Anonimo ha detto...

vorrei dire a Vitaliano che le TV hanno lasciato un pietoso silenzio su una questione molto grave. Bisogna sempre riflettere su ciò che accade e la riflessione principale sulle parole di Veronica Lario, non può prescindere da due alternative: o il premier ha sinora intrattenuto rapporti intimi con una sua figlia naturale o con una minorenne. La frase "se la fa con le minorenni" è una frase che deve far riflettere, tanto è vero che è intervenuto pure il Vaticano sulla condotta dello psiconano. Costa Varvarigos

vitaliano ha detto...

oddio anonimo mi fai paura!
già la parola psiconano mi induce a pensare che frequenti bei siti...

silenzio??? cioè di sta storia si sa tutto (anche le storie inventate di sana pianta) e tu parli di silenzio?
beato te, ti invidio tanto!

Nessie ha detto...

Anch'io temo che non rimanga una questione solamente "privata". Eppoi non si va da Vespa a parlare della propria famiglia come se fosse a un reality.
Che ci sia o non ci sia stato del tenero con la minorenne, in ogni caso non si disertano i compleanni dei propri figli per partecipare a quelli degli estranei. Io la vedo così. Detto ciò, al posto della Lario non avrei aspettato tutto questo tempo per regolare le faccende coniugali. Tanto meno a mezzo stampa.