martedì 29 maggio 2012

CROLLA TUTTO

La terra in Emilia e' tornata a tremare in modo deciso, causando altre vittime, feriti, crolli e diffondendo tra la gente quel senso di smarrimento e paura difficile da smaltire in breve tempo. In un lembo d'Italia considerato non particolarmente a rischio, si e' scatenato l'inferno. La tragedia avvenuta in quei paesi, e' impressa negli occhi dei suoi abitanti. Ricordo ancora come oscillavano i palazzi di 8 piani a Napoli, quando ci fu il terremoto in Irpinia, nel novembre del 1980. Anch'io dovetti abbandonare la mia abitazione per circa 20 giorni. Frequentavo il primo liceo scientifico.
La terra al nord, ha tremato materialmente, mentre nel Paese da diverso tempo, altre "voragini" stanno provocando altri tipi di danni.
Negli ultimi tempi, varie "crepe" hanno investito la nostra societa'. Le nostre istituzioni repubblicane sono arrivate ad un punto di completo degrado, divenendo ormai non piu' credibili e sempre piu' distanti dalla societa' che le circonda. La politica e' nelle mani di mestieranti del malaffare, gente disposta a tutto pur di non perdere i propri privilegi, i propri vantaggi, a volte vere e proprie donazioni avventute a loro insaputa... Chi cerca di sovvertire il sistema viene additato come pericoloso capo-popolo, un imbonitore delle folle che professa il dogma dell'antipolitica.
Un progressivo processo di "erosione" sta iniziando ad interessare anche l'attuale Governo. Dopo la piu' che scontata fase di tassazione e riduzione della spesa, il prof. Monti si e' dimostrato al momento, incapace di esogitare valide misure per la ripresa.
"Scosse telluriche" si sono registrate anche all'interno della Chiesa. Il Vaticano vive un altro scandalo dalle dimensioni non ancora precisate. Puo' da solo il maggiordomo di Papa Ratzinger ( la sua leadership e' ai minimi storici) aver orchestrato questa pericolosa fuga di notizie?
Ma dove si e' registrato il "terremoto" piu' violento e' nel mondo del calcio. E' scoppiato l'ennesimo scandalo, proprio alla vigilia degli europei di Polonia-Ucraina. Lo sport  piu' seguito in Italia, all'improvviso si scopre essere un giocattolo pilotato da organizzazioni malavitose dell'Europa dell'est, zingari che, con la complicita' di alcuni giocatori, gli idoli di tanti giovanissimi, in cambio di denaro, truccano ad arte l'esito delle partite. Vergogna! E pensare che Maradona, per sue devianze personali che di certo non gli consentivano di alterare le prestazioni delle gare (a limite lo danneggiavano), fu etichettato come un esempio negativo da fuggire. Che dire allora, di questi disperati che per danaro, falsificano l'esito delle partite, facendo per l'appunto crollare l'entusiasmo verso questa disciplina sportiva?
E' proprio il caso di dire: " crolla tutto ".


5 commenti:

Anonimo ha detto...

Qlxchange
Ha detto: Interessante

Anonimo ha detto...

Qlxchange
Ha detto: Interessante

Anonimo ha detto...

Che vergogna Angelo, il paese più bello del mondo gestito dagli esseri più orrendi del mondo. In venti anni è stato ridotto in macerie molto più di quanto fece la guerra. Ci vorrebbe un nuovo tipo di peste che colpisca l'intera classe dirigente e tutti questi arricchiti che non si accontentano della fortuna di essere usciti dall'anonimato ma si dannano l'anima piuttosto che ringraziare la sorte.
Un abbraccio
Maria Pia

Angelo D'Amore ha detto...

possiamo solo gridare il nostro sconforto. non cambia niente. sembra il periodo post terremoto a l'aquila. la tragedia fa dimenticare il contesto in cui ci troviamo.

Anonimo ha detto...

Crolla tutto ma speriamo non tutti!
When the going gets tough,
the though gets going!
Sursum corda!
Mytwocents